La chiusura delle scuole, degli ambienti di lavoro e degli spazi pubblici, il passaggio allo smart working, la richiesta ai cittadini di evitare gli spostamenti non indispensabili e gli assembramenti, con l’invito a tutti a rimanere il più possibile isolati, chiusi in casa, ha portato un’enormità di disagi sia economici che fisici.

In un articolo di Abdullah Shihipar (ricercatore di salute pubblica alla Brown University), pubblicato sul New York Times, in cui si legge: “la quarantena può contribuire a peggiorare la salute sul lungo periodo”, evidenzia come la mancanza di esercizio, l’isolamento e l’assenza di contatti con altre persone, non soltanto aumentano il rischio di depressione, ma hanno anche conseguenze fisiche dirette e tangibili, come l’aumento delle complicazioni cardiache, l’alta pressione e, secondo alcune ricerche, possono persino contribuire alla riduzione della capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni.

L’inattività forzata è, inoltre, particolarmente pericolosa per le persone già affette da patologie , ma può essere un problema anche per coloro che sono fisicamente sani. Basti pensare che alle persone abituate a fare esercizio fisico sono necessarie un paio di settimane di inattività per iniziare a mostrare effetti negativi, sia fisici che psicologici.

CLICCA QUI E SCOPRI L’ACQUA CON LE MOLECOLE REDOX

Cosa fare per recuperare velocemente?

La scienza sostiene che una delle cause principali degli effetti sopra descritti sia la mancanza di particolari molecole, che il nostro corpo, con l’aumentare dell’età non riesce più a produrre naturalmente, chiamate molecole di segnalazione Redox.

Oltre 20.000 ricerche scientifiche (pubblicate su Pubmed.gov) comprovano l’esistenza delle molecole di segnalazione Redox e di quanto sono indispensabili per il mantenimento della salute. Esse sono prodotte da migliaia di mitocondri presenti all’interno di ogni singola cellula del corpo.

Una riduzione delle molecole di segnalazione Redox rallenta tutti i processi metabolici di sostentamento, comunicazione e riparazione cellulare.

Ti sei mai domandato come mai la velocità di recupero, da uno sforzo fisico o da una ferita, di un bambino è decisamente più rapida rispetto ad un anziano? Questo particolare processo avviene perché la comunicazione tra le cellule non solo è interrotta da molti fattori dettati da uno stile di vita scorretto, ma anche perché il corpo invecchia. 

Molecole redox e internet, quali connessioni?

Facciamo un esempio con uno strumento che utilizzi tutti i giorni, il tuo cellulare.

Quando hai poco campo, cosa succede? Oltre ad arrabbiarti (fattore psicologico) sai che la comunicazione con il tuo interlocutore è molto complicata.

Se devi inviare dati o comunicare importanti informazioni possono non giungere a destinazione, arrivare disturbate o nella migliore delle ipotesi arrivare in ritardo, giusto?

Le molecole di segnalazione Redox sono il “campo”, ovvero il collegamento tra una cellula e l’altra, la segnalazione per far recapitare l’informazione a destinazione.

Nel caso specifico per il nostro corpo, le informazioni di una cellula malata arrivano al cervello, che si organizza per attivare il processo di auto-riparazione e guarigione.

CLICCA QUI E SCOPRI L’ACQUA CON LE MOLECOLE REDOX

La scienza ha replicato le molecole prodotte dal corpo

Riattivare le nostre molecole è facile come bere un bicchiere di acqua. È, infatti, possibile integrarle grazie ad un’acqua ricca di molecole Redox, in grado di sostenere naturalmente e senza effetti collaterali il nostro organismo aiutandolo a:

  • Attivare la corretta risposta immunitaria
  • Attivare la manutenzione e l’elasticità dei vasi sanguigni
  • Migliorare la produzione di enzimi digestivi
  • Attivare le segnalazioni per il bilanciamento ormonale
  • Ridurre le infiammazioni

L’acqua è alla base della vita e grazie a 8 REDOX, una preziosa acqua esagonale capace di essere assorbita dal nostro organismo in modo rapido e naturale, possiamo migliorare la comunicazione tra le cellule e RIPARTIRE ALLA GRANDE e più forti di prima.

CLICCA QUI E SCOPRI L’ACQUA CON LE MOLECOLE REDOX

Cookie & Privacy Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close