L’Italia è, con i dati di oggi, il terzo paese con più infetti da Coronavirus del pianeta. Il bollettino medico nazionale aggiorna il numero di decessi e di infetti accertati giorno dopo giorno e purtroppo senza notizie confortanti.

Il virus, sviluppatosi in Cina, ha colpito ogni zona del pianeta e la virulenza con cui ha aggredito l’Italia ha lasciato sconcerto e paura nella popolazione.

Cos’è il Coronavirus: facciamo un po’ di chiarezza

Il Covid-19, popolarmente chiamato coronavirus, appartiene ad una famiglia di virus con forma a corona se guardati al microscopio, responsabili di varie malattie dal semplice raffreddore a patologie più gravi come Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Non è un nuovo virus ma appartenente ad una famiglia scoperta già negli anni ’60; le prime cellule ad essere attaccate sono quelle epiteliali, del tratto respiratorio e del tratto gastrointestinale.

proteggi sistema immunitario

Come avviene l’infezione da Covid-19 o Coronavirus

Essendo le prime cellule bersagliate quelle epiteliali, del tratto respiratorio e gastrointestinale, contrarre il virus è, purtroppo molto semplice. Per contatto e per vie aeree è possibile essere infettati anche senza rendersene conto.

Quali sono i sintomi del Coronavirus

I sintomi di un’infezione da coronavirus non sono molto dissimili da quelli di una banale influenza: raffreddamento, difficoltà respiratoria, febbre.

Chi si dovesse trovare ad avere questi sintomi è bene che contatti, telefonicamente, il proprio medico o i numeri dell’allerta sanitaria.

Quello che non deve in alcun modo capitare è farsi prendere dal panico, che farebbe compiere azioni irrazionali e pericolose.

Come proteggersi dal coronavirus: consigli pratici adatti a tutti

Ma è possibile proteggersi da un virus tanto facilmente diffondibile?

I protocolli attivati dal Ministero della Salute hanno permesso di arginare efficacemente il contagio, ma le regole di buon senso rimangono la prima difesa.

Se teniamo conto che, probabilmente il contagio si è diffuso per la sventatezza di un unico cittadino, che non ha allertato i numeri di emergenza prescritti, ma è rimasto a casa provocando l’infezione dell’intera famiglia e poi recandosi dal medico e al pronto soccorso, si capisce bene che il buon senso avrebbe evitato guai.

I protocolli di sicurezza prevedono:

  • Lavarsi le mani con detergenti e disinfettanti molto spesso
  • Rimanere alla distanza di sicurezza di almeno due metri da persone che hanno raffreddori o tosse
  • Se si è stati in contatto con persone che hanno avuto recentemente rapporti con Cina comunicarlo subito alle autorità sanitarie
  • Non andare al Pronto soccorso in caso di sospetto di infezione ma comunicare con i numeri telefonici dedicati (1500 E 112)

Sono norme di buon senso che possono evitare disastri più gravi a noi e agli altri.

Inoltre a queste andrebbe aggiunta anche l’assunzione di prodotti naturali che possano aiutare il vostro sistema immunitario come per esempio IMMUNO MAX.

Cookie & Privacy Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close